Nusco, bruciavano rifiuti: due denunciati

Sono ritenute responsabili di smaltimento illecito e aggravato di rifiuti mediante combustione

Permane costante l’attenzione dei Carabinieri del Comando Provinciale di Avellino per l’accertamento di reati connessi alla tutela dell’ambiente e della salute pubblica. Nell’ambito di tali attività, i militari della Compagnia di Montella hanno effettuato mirati controlli al fine di contrastare l’illecito smaltimento di rifiuti e sostanze inquinanti. I Carabinieri della Stazione di Nusco hanno denunciato alla competente Autorità Giudiziaria due persone ritenute responsabili di smaltimento illecito e aggravato di rifiuti mediante combustione.

In particolare, a Nusco, personale della locale Stazione è intervenuto nella zona industriale avendo notato del fumo nerastro e maleodorante proveniente da quell’area.

Giunti sul posto hanno accertato che la coltre di fumo nero era prodotta dall’incendio di quintali di scarti di lavorazione industriale, consistenti principalmente in pezzi di legno e plastica, all’interno di vari cassoni.

Spente le fiamme, i militari hanno avviato la conseguente attività di indagine: alla luce delle evidenze emerse scattava, sia nei confronti dell’amministratore che del responsabile della sicurezza dell’opificio, la denuncia stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino.

Sul posto richiesto l’intervento di personale specializzato dell’Arpac per la classificazione e campionatura dei rifiuti illecitamente smaltiti.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest