Leggere chi commenta i post di Salvini per sentirsi una persona migliore

Sgrammaticature, volgarità e razzismo abbondano tra coloro che intervengono nella pagina del leader leghista

Da qualche anno sui social e in televisione impazzano i discorsi di un politico alquanto bizzarro, l’onorevole della Lega Nord nonché Europarlamentare Matteo Salvini, reduce dalla sua ultima fatica letteraria autobiografica (edita Rizzoli) che ha scatenato le ire dei suoi oppositori, con boicottaggi nelle più note librerie.
Ma non è di lui che voglio parlarvi, parallelamente alla risalita di questo militante divenuto nuovo simbolo e faccia del partito (sostituendosi a Bossi) si è generato un movimento che ha dato vita ad una sottocultura, il Salvinismo. La stessa Treccani conia un termine “salvinata (Salvinata) s. f. (iron.) Trovata, uscita tipica del politico Matteo Salvini.” Ovviamente nulla di cui andare fieri se si è autori di una “salvinata”, ma la gogna mediatica non si ferma alla semantica accademica spicciola e intere comunità di persone si riuniscono su Facebook, il più celebre social network, per commentare le salvinate quotidiane del presidentissimo del carroccio. Gli utenti della pagina fanno degli screenshot ovvero delle fotografie istantanee dello schermo alla pagina di Matteo e pubblicandole innestano serie interminabili di commenti. I temi più caldi sono l’immigrazione, il razzismo e le strategie populiste del leader leghista (o chi per lui) che usa saggiamente la disinformazione di dati statistici, notizie provenienti da testate di dubbia credibilità fino a sfociare nella psicosi collettiva dei suoi follower (seguaci), sono proprio i commenti dei milioni di follower Salviniani a lasciare sgomenti i gestori della pagina “Leggere I post di Salvini per Sentirsi una persona Migliore”.
Commenti perlopiù sgrammaticati con uso errato di punteggiatura, volgari, razzisti, che incitano all’odio razziale e talvolta tristemente apologizzano il fascismo ( che in Italia è ancora un reato).
Tra questi con il tempo si sono distinti dei personaggi, assidui commentatori della pagina del leader, diventati veri e propri idoli, tanto da ispirare una serie a fumetti, questo è il caso del noto personaggio “Antifigaman” fumettato dalla matita di Denzel, il personaggio in questione inneggia di continuo al pericolo di una forte immigrazione di uomini di colore per l’integrità delle ragazze italiane.
Numerosi sono gli esempi di personaggi e situazioni riproposte dagli amministratori della pagina Anti-Salviniana, quindi se veramente volete sentirvi delle persone migliori forse sarebbe il caso di darvi un’occhiata.

Luca Negroni

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest