Festival di Caivano, di scena Tamburi di fuoco e ‘O Priò

La rassegna #venerdìopaesmì supera la boa di metà calendario

Il festival #venerdìopaesmì supera la boa di metà calendario e propone un’altra serata all’insegna di arte, cultura e spettacolo.
A calcare il palco della rassegna caivanese due generi molto diversi fra loro. Prima il freestyle di O’Priò, uno dei pionieri del genere sul territorio e sulle scene da oltre dieci anni. Alle prese col suo prossimo lavoro “Hardcoristi Anonimi”, ci introdurrà col suo showcase in un nuovo viaggio, pronto a condividere con noi un’esperienza unica come solo quella musicale sa essere.
A Seguire un dj set che combinerà elettronica, sperimentazione e …Tamburi di Fuoco!
È questo il nome del progetto di tre musicisti partenopei, già impegnati in diverse realtà musicali affermate (Capone&bungtbangt e Almamegretta) e che stanno macinando kilometri (in tour con Negramaro, Daniele Silvestri, ecc..) e collaborazioni (Eddie Kramer, Edoardo Bennato, Adrian Sherwood, ecc..) e che ci proporranno i frutti del loro feeling fatto di musica, ritmo e creatività moderna.
A condire le esibizioni ci saranno i ragazzi di SFA (dal nome SACRI FIGLI DELL’ARTE che fu una scuola fondata dal pittore storico Cimabue): una crew che nasce nel 2000 nell’interland napoletano ad opera di giovani ragazzi che amavano la cultura hip hop in tutte le sue forme. Negli anni si é evoluta, ha perso pezzi ma è rimasta viva e mentre prima abbracciava tutti i campi (dal rap, al ballo, al writing) oggi i propri membri si occupano dell’arte di strada in tutte le sue forme. Sin dalla prima edizione di #venerdìopaesmì hanno supportato gratuitamente l’iniziativa con entusiasmo ed anche quest’anno si adopereranno per creare una nuova opera a tema sociale da donare all’associazione Fabric.
Non solo musica e arte ma anche impegno civile grazie alla presenza del comitato campano per il sostegno alla legge per la depenalizzazione della cannabis, in questi giorni in parlamento. Per tutta la serata sarà possibile firmare la petizione allegata al presente comunicato.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest