Debutta il ‘videoarbitro’ e assegna subito un rigore contro la Juve

L’esordio in Italia del ‘Video Assistant Referee’

Inizia il campionato di Serie A e debutta il  ‘Var’ (Video Assistant Referee), ovvero l’assistente addizionale, uno strumento di  verifica – tramite riprese video – sulla correttezza delle decisioni dell’arbitro. Il debutto del Var è coinciso con l’assegnazione di un rigore, in un primo momento non dato, contro la Juve che le  tifoserie di altre squadre di calcio accusano di godere di iniqui favori arbitrali.

 “Ci voleva la Var per un rigore contro la Juve…”, è stato per molti un commento spontaneo quando, nel corso del primo tempo di Juve – Cagliari  è stato assegnato un penalty a favore dei sardi dopo l’intervento dell’arbitro addetto alla videoassistenza, che ha indotto il direttore di gara a rivedere la prima decisione. Il fallo in area ai danni di un attaccante isolano non era stato infatti rilevato dall’arbitro Maresca, che aveva invece assegnato un calcio d’angolo al Cagliari nonostante le proteste dei rossoblu.

L’attenzione di Maresca è stata però richiamata via auricolare dall’addetto alla Var, che ha ritenuto diversamente. E, come da regolamento, il direttore di gara ha fermato il gioco e disegnato con i gesti per aria un quadrato per indicare il monitor che andava a controllare. E ne è scaturita l’assegnazione del rigore a favore del Cagliari,

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest