Condannato l’uomo che uccise a calci la cagnolina Chicca

Per Antonio Fuoco condanna ad un anno e 9 mesi più 1000 euro di risarcimento

E’ stato condanno ad un anno e 9 mesi, più 1000 euro di risarcimento, Antonio Fuoco, considerato responsabile dell‘omicidio della cagnolina Chicca a Salerno. Così hanno stabilito questa mattina i giudici del Tribunale di Salerno. L’udienza è cominciata con una lettera di scuse da parte di Antonio Fuoco. Successivamente alla discussione delle associazioni animaliste, ha preso la parola il difensore dell’uomo che ha chiesto per lui l’assoluzione.  “Aberranti le argomentazioni addotte, secondo le quali “gli animali non sono esseri senzienti” e nella cultura cattolica, secondo l’Avvocato, il proprio cliente sarebbe stato assolto da un prete e dall’intera collettività. Tutta la difesa è ruotata intorno al concetto “infondo è solo un animale”- dichiara l’Avvocato Paola Contursi dell’Associazione DPA Onlus- Difesa Protezione Animali, che prosegue “Brutte le argomentazioni, un salto nel passato e l’evidente poca conoscenza di tutte le normative in vigore, dal Trattato di Lisbona, alla L.189/04”

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest