Chiusura Psaut Capua, protesta il Saues

A breve la richiesta di un incontro con il management

Chiusura Psaut di Capua, protesta il Saues. “Pensare di coprire la grave carenza di personale delle strutture di Pronto Soccorso sguarnendo i presidi territoriali di emergenza – afferma il presidente nazionale del sindacato autonomo urgenza emergenza sanitaria, Paolo Ficco- è inconcepibile: la decisione dell’Asl casertana di chiudere il Psaut di Capua per trasferirne il personale nel Pronto Soccorso dell’ospedale di Santa Maria Capua Vetere va dunque revocata”.

“Nelle prossime ore – aggiunge – chiederemo un incontro. Non è pensabile infatti, immaginare che la disponibilità di un’ambulanza medicalizzata sia sufficiente a garantire il servizio su di un territorio così vasto, né si capisce che cosa si aspetti ancora a contrattualizzare nuovo personale medico e infermieristico come si sta già facendo in altre regioni attraverso i contratti libero-professionali a giovani medici laureati e formati”.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest