Ceraso, sigilli a panificio abusivo

L’attività non era in possesso dei requisiti richiesti dalla legge

L’attività è stata notata da una pattuglia in servizio di controllo del territorio che, in transito nel centro cittadino, udendo strani rumori ha individuato l’opificio all’interno del quale era svolta l’attività di panificazione. La guardia di finanza di Vallo della Lucania hanno scoperto a Ceraso, nel Salernitano, un panificio abusivo che operava esclusivamente in orari notturni. E’ stato quindi effettuato un approfondito sopralluogo congiunto, condotto con i medici dell’U.o. Prevenzione Collettiva di Vallo della Lucania, per verificare se il panificio in questione fosse in possesso dei requisiti richiesti dalla legge, soprattutto a tutela dei consumatori. Al termine dell’ispezione è scattata l’immediata chiusura del panificio, oltre alla sanzione amministrativa ammontante a 3.000 euro . L’attività resterà chiusa fino a quando il titolare non si munirà delle prescritte autorizzazioni. Circa 50 kg di pane – ritenuto non idoneo al consumo e dunque alla vendita al pubblico – sono stati distrutti mediante conferimento alla discarica comunale.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest