Abc, vertici in Commissione Infrastrutture a confronto con i consiglieri

E’ il primo aggiornamento sul lavoro in corso per realizzare l’indirizzo espresso dal Consiglio in merito alla costruzione del ciclo integrato delle acque, con il passaggio dei primi impianti di sollevamento e dei lavoratori dell’ex consorzio di San Giovanni ad Abc, e la redazione del Piano Economico Finanziario che dovrà essere approvato entro la fine il 2016

La riunione è stata l’occasione per fornire al Consiglio un primo aggiornamento sul lavoro in corso per realizzare l’indirizzo espresso dal Consiglio in merito alla costruzione del ciclo integrato delle acque, con il passaggio dei primi impianti di sollevamento e dei lavoratori dell’ex consorzio di San Giovanni ad Abc, e la redazione del Piano Economico Finanziario che dovrà essere approvato entro la fine il 2016 . Nella Commissione Infrastrutture il primo confronto con i nuovi vertici dell’azienda speciale Acqua Bene Comune. Presenti, con l’assessore alle Infrastrutture Mario Calabrese, Marina Paparo, commissaria straordinaria dal settembre 2016 – dopo l’azzeramento del precedente consiglio di amministrazione da parte del Sindaco de Magistris – il neo direttore generale Marco Esposito, i componenti del Collegio dei revisori dei Conti, nominati dal Consiglio lo scorso 18 novembre, Gianpaolo Delle Donne, Mario Landolfi e Monica Montuoro. Come ha detto il presidente della commissione, Nino Simeone, “la riunione odierna, oltre ad essere occasione di presentazione dei nuovi vertici e di auguri di buon lavoro, è utile per un aggiornamento sulle procedure in corso per realizzare l’importante obiettivo del ciclo integrato delle acque gestito da Abc”.

 

“Una sfida importante, ha ribadito l’assessore Calabrese, che ora, in un quadro normativo definito, deve realizzarsi attuando quanto in diverse tappe il Consiglio Comunale aveva deliberato per Napoli e in funzione dei futuri sviluppi nell’Ambito individuato dalla Regione”. Era dicembre del 2015 la data individuata dal Consiglio per il passaggio dei primi impianti e dei lavoratori del Consorzio ad Abc. Dopo aver subito pericolosi rallentamenti, il processo, grazie al lavoro alacre dei nuovi vertici aziendali, si avvicina ora alla realizzazione. Del lavoro in corso hanno parlato l’avvocata Paparo e il direttore Esposito, rispondendo anche alle numerose richieste e considerazioni dei consiglieri intervenuti: sui tempi reali del trasferimento ad Abc dei lavoratori del Consorzio di depurazione di San Giovanni, insieme agli impianti, e sulla perplessità che desta la possibile soluzione a breve restando immutati gli standard economici (Esposito del Pd); sulla sostenibilità economico finanziaria del processo che vedrà Abc gestire, insieme alle acque, la depurazione e la fognatura, nonché la manutenzione, dopo che le risorse di bilancio assegnate erano state giudicate, dai precedenti vertici, insufficienti, sulle risorse che il Comune dovrà comunque destinare per un certo tempo al Consorzio in liquidazione, infine, sull’eventuale inglobamento in Abc della società Net Service (Coppeto di Napoli in Comune a Sinistra); sulla necessaria verifica della sicurezza degli impianti che, dalle schede presentante dall’ex presidente Montalto in commissione tre mesi fa presentavano numerose e gravi problematiche, sul reinvestimento degli utili dell’azienda nell’ammodernamento degli impianti e della rete, infine, sul problema degli errori nella tariffazione evidenziati dall’Autorità nazionale per l’energia e il gas con l’auspicio che non si traducano, quegli errori, in un aumento delle bollette a carico dei cittadini (Brambilla di Movimento 5 Stelle); sulla necessità che si guardi, oltre che al problema sociale dei lavoratori dell’ex Consorzio che va risolto al più presto, all’intero processo dell’integrazione del ciclo sul quale il Consiglio intende assumere le proprie responsabilità (Santoro di Napoli Capitale).

 

 

“Siamo in dirittura d’arrivo, per quanto riguarda l’impianto e i lavoratori di San Giovanni – ha detto la commissaria di Abc Paparo che ha comunicato che, oggi stesso, un incontro con le organizzazioni sindacali definirà i contenuti dell’accordo- transazione tra commissario del Consorzio e lavoratori che sarà formalizzato la prossima settimana, in modo da rendere possibile il passaggio dei lavoratori ad Abc dal prossimo gennaio”. Contemporaneamente, il collegio dei revisori sta lavorando alla verifica, in tempi stretti, del Piano Economico Finanziario dell’azienda, inviato anche all’amministrazione, che garantisce l’equilibrio economico finanziario dell’intera operazione.

 

 

Sull’inglobamento di Net Service, la commissaria ha precisato che non c’è allo stato un indirizzo del Consiglio Comunale in merito, mentre il direttore Esposito ha confermato che la società è impegnata su un importante programma di lavori stabilito da Abc. Ha precisato inoltre il direttore Marco Esposito che “in generale, gestione del ciclo integrale delle acque significa per Abc assumere ben 45 impianti di sollevamento e una rete fognaria di oltre 2mila chilometri, finora gestita dal Comune: il processo che si completerà nei primi 6 mesi del 2018. Il Piano Economico Finanziario, una volta definito, mostrerà la sostenibilità del progetto sia dal punto di vista della messa in sicurezza degli impianti che da quello della copertura dei costi”. L’ex Consorzio di depurazione ancora per alcuni mesi sarà in vita, il tempo di garantire, grazie ad alcune partite di credito, la chiusura dei contenziosi esistenti. Infine, il chiarimento sulla sanzione da parte dell’Autorità sulla tariffazione: si tratta, ha detto il direttore generale di Abc, di una multa di valore molto basso che vede l’Abc al terzultimo posto tra i 50 enti che l’Autorità ha messo sotto osservazione e sanzionato, nel caso specifico per una errata interpretazione di norme tecniche sulla tariffazione, che non produrrà effetti sugli utenti. Su quest’ultimo punto, alla commissione saranno forniti, come richiesto dal consigliere Brambilla, i documenti relativi alle ragioni della sanzione e alla sua entità.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest