A Polla commercialisti, imprenditori, istituzioni e studenti a confronto

Maria Consiglia Viglione: “Sviluppare il territorio partendo proprio dallo sviluppo delle piccole attività extra alberghiere”.

L’importanza e la necessità di sviluppo delle aziende del territorio, grazie alle opportunità offerte dal web è stato l’argomento su cui ha ruotato il convegno “Sviluppo territoriale in rete” tenutosi il 30 marzo nella incontaminata e pittoresca cornice dell’Agriturismo “Pozzo di Peppino” in Polla. L’evento, fortemente voluto dalla Dott.ssa Commercialista Maria Consiglia Viglione, in collaborazione con AssoRetiPmi, Cowotur, Co.Ne.Pro., Starnet work, Omotenashi, Althea Agency, Fondazione Ampioraggio, I.I.S. “Antonio Sacco” – Sant’Arsenio, Banca Monte Pruno, Unipol SAI Greco, Laboratorio Farmaceutici Asteriti – Roma, affidato alla moderazione di Ida Buongiorno, Dottore Commercialista in Salerno e Amministratore Althea Agency, ha visto un nutrito gruppo di relatori provenienti da varie parti dalla penisola, tra cui: Renato Burigana, Dottore Commercialista in Roma e Presidente Co.Ne.Pro., che ha relazionato su “Commercialisti in rete”, Alessia Galati, Dottore Commercialista in Roma, che ha parlato su “Startup e finanza agevolata – Microcredito”, Antonio Pandolfo, Vice Direttore Area Mercato Banca Monte Pruno, con il suo intervento su “Il ruolo delle BCC nello sviluppo del territorio”, Giuseppe De Nicola, della Fondazione Ampioraggio, che ha parlato di “Ecosistema per l’innovazione”, Francesco D’Amato e Paris Ferrara, Rete Omotenashi e Omotenashi Accademy, che hanno parlato su “Esperienze in rete”, e Claudio Pisapia, Vice Presidente Nazionale CEPI (Consorzio Europeo Piccole Imprese), che ha incentrato la sua relazione su “Turismo Culturale in rete” a cui si è aggiunto l’intervento del primo cittadino di Polla Rocco Giuliano che ha avuto parole di plauso per il particolare incontro che affronta le problematiche e le necessità imprenditoriali locali, offrendo un ventaglio di idee e soluzioni tutte improntate sulla necessità e opportunità oggettive di dover fare rete; presenti all’incontro anche una nutrita rappresentanza di studenti delle V classi dell’Istituto “A. Sacco” che hanno interagito con i relatori. “La finalità dell’ evento di oggi è quello dello Sviluppo Territoriale in Rete – sottolinea con forza la Dott.ssa Viglione – e noi siamo convinti che queste zone bellissime del Parco del Cilento e Vallo di Diano abbiano bisogno di essere messe in rete per essere maggiormente conosciute. Il nostro scopo è proprio quello di sviluppare il territorio partendo proprio dallo sviluppo delle piccole attività extra alberghiere come questa che ci ospita: l’agriturismo Pozzo di Peppino in Polla. Bed and breakfast, agriturismi, case vacanza, noi pensiamo che lo sviluppo di queste zone parta proprio dallo sviluppo di queste strutture. Io lavoro in queste zone da circa 40 anni e ci siamo accorti che in questi anni che la politica è stata carente. Ho parlato oggi con Tommaso Pellegrino, Presidente del Parco, e lui crede, come noi, nello sviluppo di queste zone e, sicuramente, ci sarà la possibilità di incontrare la politica e far capire cosa vogliamo fare. Noi vogliamo che lo sviluppo parta dal basso perché siamo convinti che solo così si può andare da qualche parte.” Alle parole della Viglione, legate al ‘clou’ dell’incontro, fanno ecco quelle di Renato Burigana: “La nostra associazione, nata 10 anni fa, raccoglie commercialisti iscritti agli ordini locali di tutta Italia e accomuna tutti gli associati a questo spirito di condivisione, soprattutto di forza del network. La forza nel network si realizza con la creazione di lavoro, di business, mediante le singole peculiarità dei professionisti. Questa iniziativa è assolutamente fondamentale, unica nel territorio, e ha dato visibilità alle potenzialità che possono avere queste aziende ma, soprattutto, la mentalità imprenditoriale nell’aggregarsi, nel fare rete. Come Co.Ne.Pro. abbiamo voluto dare una risposta, in questo evento importante, a quelle che possono essere le svariate esigenze della imprenditoria. Abbiamo professionisti esperti in contabilità, in internazionalizzazione, in contenzioso tributario, insomma, le aree di nostra appartenenza; abbiamo voluto mettere a fattor comune queste esperienze con una mutua condivisione, ovviamente, senza scopo di lucro perché, come associazione, non abbiamo un intento di lucro, ma i singoli professionisti, tra di loro, possono offrire ai clienti di studio questi servizi ad alto valore aggiunto mettendo loro a conoscenza e a disposizione, degli strumenti innovativi che non potrebbero in alcun modo giungere a quella piccola azienda. Abbiamo già creato circa 300.000 € di fatturato tra professionisti – sottolinea Burigana – e tutti questi business nuovi nati, sono serviti, appunto, ad aiutare azienda in crisi o, addirittura, sviluppare assolutamente progetti futuri che, ripeto, non erano nelle corde delle aziende e, di conseguenza, il professionista di turno, associato a Co.Ne.Pro. ha potuto realizzare con tanto di dovizia e raggiungimento di risultati.” Ida Buongiorno, a fine evento, ha tirato le somme di questo particolare incontro in cui hanno dato il loro apporto all’attenta platea di studenti e imprenditori, i commercialisti, i consulenti, le istituzioni, gli istituti di credito e gli esperti di marketing: “E’ stato un evento di grande successo e l’obiettivo è stato raggiunto: quello di centrare il concetto di rete, di fare sistema per lo sviluppo e la promozione del territorio. Oggi, il ruolo del commercialista va visto anche come promotore dello sviluppo territoriale; esperto di economia, di sistemi economici, di come possa, con il suo supporto professionale, rafforzare, promuovere e sviluppare un territorio dando anche fiducia a quelli che sono i protagonisti, gli imprenditori, non soltanto i ragazzi con le nuove startup, ma anche le istituzioni; quindi,un ruolo come ‘trait-d’union’ tra mondo imprenditoriale, mondo istituzionale e tutto il sistema nel suo complesso.”

Cinthia Vargas

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest