Alba Parietti: “Ho paura del Salvini che è in me” – L’angolo sticazzi

Le imperdibili affermazioni della donna di spettacolo

Nel mondo della politica si avvertiva il bisogno di questo: delle parole di Alba Parietti. L’ex “coscia lunga della sinistra” emette il suo imperdibile verdetto sulle primarie, senza il quale la contesa neppure poteva dirsi iniziata.  Intervistata dal Dubbio, non palesa incertezze. E fa un endorsement per Matteo Richetti: con tutte le immaginabili conseguenze per il candidato. “Richetti – spiega la Parietti -è in grado di offrire l’immagine di un partito giovane ma credibile, con una storia alle spalle. Non ne posso più di gente che non somiglia affatto alla sinistra, confusa, senza consapevolezza ideologica. Mi ritengo scippata dai valori per cui ha combattuto la mia famiglia. Vorrei potermi riconoscere in un partito che mi rappresenti”. Ma forse il problema è qui: il Pd degli ultimi anni rappresenta troppo la Parietti e per nulla precari e disoccupati. Ma non paga della sua irruzione nel già devastato Partito Democratico, Alba si lancia nell’immancabile giudizio sulla Lega. “Non mi spaventano loro, ma la rabbia e la violenza di certi elettori – spiega -, Ciò che mi fa paura non è Salvini in sé, ma il Salvini che è in me perché riesce a tradurre in termini popolari estremamente comprensibili un linguaggio che la sinistra non è più in grado di mettere in atto. Il problema è che la sinistra non ha capito nulla di quello che stava succedendo nel Paese”. Per fortuna, a indicarle la rotta, ora c’è la Parietti.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest