Il luogotenente fu colpito dai colpi esplosi dall’infermiere Giulio Murolo

NAPOLI – Dopo quasi due mesi passati a lottare, ha smesso di battere il cuore di Vincenzo Cinque (foto in basso), il luogotenente della polizia municipale di Napoli ferito durante la strage di Miano. Cinque fu raggiunto dai colpi esplosi dall’infermiere Giulio Murolo, che uccise 4 persone e ferendone 6. Aveva subito alcuni interventi durante il ricovero al San Giovanni Bosco.  Cinque, che viveva nel quartiere teatro della strage, lascia moglie e due figli, un maschio e una femmina. Il sindaco de Magistris ha annunciato il conferimento della medaglia d’oro al valor civile per il poliziotto, come avvenne per il collega capitano Franco Bruner, altra vittima della carneficina.

 

cinque_vincenzo_ildesk

(Foto in alto youreporter.it) 

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest