Bando Periferie 2016, Napoli fa richiesta dei soldi per abbattere le Vele

Nelle prossime ore è prevista la delibera di Giunta per partecipare alla gara che scade dopodomani

La giunta comunale di Palazzo San Giacomo aderirà nelle prossime ore al “Bando Periferie 2016” promosso dall’esecutivo nazionale in scadenza il prossimo 31 agosto. Il bando è destinato a città metropolitane (finanziamento massimo di 45 milioni di euro) e ai comuni capoluogo di provincia (importo massimo 18 milioni di euro). In totale lo Stato ha stanziato 500 milioni di euro. Per accedere ai fondi disponibili, bisogna presentare un progetto con interventi predefiniti che riguardino situazioni di marginalità economica e sociale, degrado edilizio e carenza di servizi. Come anticipato da “Il Desk” lo scorso 20 luglio, il governo cittadino guidato da Luigi de Magistris, presenterà una delibera per rendere esecutivo il programma di abbattimento delle Vele di Scampia. Infatti, gli interventi candidabili al “Bando Periferie” possono prevedere la demolizione e successiva ricostruzione di edifici destinati ad uso pubblico se tali interventi sono conformi allo strumento urbanistico vigente e sono opportunamente motivato. Inoltre, saranno proposti progetti per il verde pubblico, di strade, di trasporti, ma soprattutto di riqualificazione delle scuole. Insomma non si pensa di utilizzare i finanziamenti per le grandi opere, ma per quelle manutenzioni che ogni giorno residenti, studenti e genitori chiedono per poter vivere meglio la città e i luoghi che frequentano. Nelle ultime ore la Presidenza del Consiglio dei Ministri ha anche chiarito che possono essere finanziati progetti “rivolti all’accrescimento della sicurezza e della capacità di resilienza urbana”. Le proposte progettuali possono riguardare strutture edilizie esistenti (da manutenere, riusare e rifunzionalizzare anche con sostituzione edilizia) destinate in misura totale o prevalente a edilizia residenziale di iniziativa pubblica.

Ciro Crescentini

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest