Cinema in lutto, addio alla star Burt Reynolds

Stroncato da infarto il celebre attore americano: aveva 82 anni. Tra i film “Un tranquillo weekend di paura” e Boogie Nights, per il quale fu candidato all’Oscar

Lutto nel cinema hollywoodiano, addio a Burt Reynolds. La star aveva 82 anni, a stroncarlo un infarto. Il decesso è avvenuto in un ospedale della Florida, come confermato dal suo portavoce Jeffrey Lane. L’attore era ricoverato dopo un arresto cardiaco. Reynolds soffriva da anni per problemi di cuore, nel 2010 fu anche sottoposto ad intervento chirurgico. Classe ’36, rinunciò alla carriera da giocatore di football per degli infortuni. Il suo debutto da attore fu alla fine degli anni ’50 in alcune serie tv, diventando popolare con Hawk l’indiano. Del resto, da parte di padre era di origini cherokee. Alla fine degli anni ’60 ebbe una parte nello spaghetti western Navajo Joe di Sergio Corbucci. Il grande successo nel 1972 con “Un tranquillo weekend di paura” (Deliverance), nel quale interpretò un personaggio di nome Lewis Medlock. Ben presto divenne un sex symbol diventando famoso anche per i suoi baffi. Tra i grandi successi anche “Quella sporca ultima meta” ed “Il bandito e la madama”. Nel 1997 la candidatura all’Oscar per “Boogie Nights”, come miglior attore non protagonista.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest