Secondo agguato in un giorno a Napoli: a Fuorigrotta 24enne ferito da ex cognato

Gli spari all’angolo tra via Campegna e via Cattolica. La vittima colpita alla natica da un proiettile di mitra esploso da un 20enne poi arrestato, rimasto a sua volta ferito ad una gamba da un colpo esploso per errore: entrambi si trovano in ospedale. Caccia al complice che guidava lo scooter

Un nuovo agguato a Napoli nel giro di poche ore, dopo l’omicidio sull’asse mediano. Ma stavolta non sarebbe una storia di camorra. A Fuorigrotta il 24enne U.M. è stato ferito da due proiettili di mitra, intorno alle 19, davanti al bar-ristorante gestito dal padre. A sparargli – secondo quanto ha ricostruito la Polizia – l’ex fidanzato della sorella, S.C., 20 anni. Il feritore era a bordo di uno scooter guidato da un complice non ancora identificato. Gli spari all’angolo tra via Campegna e via Cattolica. Il movente sarebbero dissidi personali. U.M. è stato attinto ad una natica, e si è recato da solo all’ Ospedale San Paolo, dove lo stanno operando per l’estrazione dei proiettili. Ma è rimasto ferito anche il presunto sparatore, che ha esploso per errore un colpo di mitra, ferendosi ad una gamba. Anche lui si si trova all’ ospedale San Paolo, ma in stato di arresto. La Polizia sta cercando il mitra, che sarebbe stato abbandonato nei pressi di piazza Neghelli.

 

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest