Salerno: aggredito ragazzo convertito all’Islam

Il giovane ha riportato un trauma cranico e numerose escoriazioni

Episodio di razzismo a Salerno.  Abu Al Quassim, salernitano convertitosi allIslam, curatore della Moschea di Salerno lo scorso 25 agosto è stato aggredito per motivi di odio razziale in via Settimio Mobilio a Salerno. Il giovane ha riportato un trauma cranico, forti dolori allo stomaco e diverse escoriazioni in vari punti del corpo. Abu Al Quassim non è riuscito a dire con precisione quante siano state le persone che lo hanno aggredito. Il giovane stava camminando in via Mobilio, indossando la sua tunica bianca, quando con una banale scusa è stato avvicinato da una persona. Subito dopo è stato buttato in terra e sono arrivate altre persone che hanno iniziato a picchiarlo in testa, a prenderlo a caldi e ad apostrofarlo con termini offensivi. Inutile ogni tentativo di difesa da parte del ragazzo che è riuscito ad alzarsi a fatica e a raggiungere un bar li vicino da dove ha chiamato il 118. Il referto ospedaliero ha registrato trauma cranico con elevata glicemia, lividure su braccia e gambe. I carabinieri che sono tempestivamente intervenuti hanno acquisito le immagini delle telecamere mentre la Procura ha aperto un’inchiesta.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest