Napoli, disoccupati in piazza per il lavoro, il governo risponde con i convegni

I senza lavoro chiedono l’attuazione di un piano di inserimento

I disoccupati e i precari scendono di nuovo in piazza a Napoli e contestano il ministro per la Coesione territoriale, Claudio De Vincenti e il ministro per l’Agricoltura Maurizio Martina che parlano di lavoro e di sviluppo durante il solito convegno. Oggi l’ennesimo convegno si è tenuto a Castel dell’Ovo. E non sono mancati i momenti di tensione tra i senza lavoro e gli agenti di polizia in tenuta antisommossa.

I disoccupati chiedono la convocazione di un tavolo inter-istituzionale  con la presenza del Comune di Napoli, la Regione e i ministeri competenti per attuare un piano di avviamento al lavoro e  l’attivazione di diverse inserimento lavorativo, ovvero servizi per l’ambiente e rigenerazione urbana, servizi sociali, turismo e beni culturali, artigianato, la valorizzazione dei siti di interesse strategico per lo sviluppo del turismo di tipo culturale, la rigenerazione di aree destinabili ad attività sportive e, più in generale, per il tempo libero abbandonate sul territorio della città di Napoli, la trasformazione di terreni presenti nell’area del Comune di Napoli per la realizzazione di orti urbani, la riconversione/adattamento di strutture pubbliche.

                                                                                                                                        Ciro Crescentini

 

 

(foto del movimento disoccupati “7 Novembre”)

 

 

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest