L’arte della pizza napoletana è patrimonio Unesco, tributo alla città

Il 12° Comitato per la Salvaguardia del Patrimonio Culturale Immateriale dell’Organizzazione dell’Onu, riunito in sessione sull’isola di Jeju in Corea del Sud, ha valutato positivamente la candidatura italiana

Un tributo al genius loci partenopeo. L’Arte del pizzaiuolo napoletano è Patrimonio dell’Umanità. Il 12° Comitato per la Salvaguardia del Patrimonio Culturale Immateriale dell’Unesco, riunito in sessione sull’isola di Jeju in Corea del Sud, ha valutato positivamente la candidatura italiana. Tutta la città di Napoli, i napoletani e l’Italia intera si stanno stringendo idealmente intorno ai pizzaiuoli, alfieri della tradizione artigianale nata secoli fa sullo sfondo del Vesuvio. Per il Belpaese si tratta del 58° Bene tutelato (7° Patrimonio immateriale riconosciuto), il 9° in Campania. Con grande soddisfazione, ha annunciato la vittoria in diretta Facebook la delegazione italiana che sull’isola sudcoreana ha seguito da vicino i lavori del Comitato Unesco. A Jeju hanno atteso la proclamazione l’Ambasciatore Vincenza Lomonaco, Rappresentante Permanente d’Italia presso l’Unesco, il Presidente della Fondazione UniVerde Alfonso Pecoraro Scanio, già Ministro delle Politiche Agricole e dell’Ambiente, il prof. Pierluigi Petrillo, curatore legale del dossier di candidatura. I lavori del Comitato Unesco si concluderanno tuttavia il 9 dicembre e solo al termine di questa ultima sessione l’Arte del pizzaiuolo napoletano sarà ufficialmente iscritta nella Lista rappresentativa del Patrimonio culturale immateriale Unesco. Soddisfazione espressa anche dai ministri Martina e Franceschini: “L’arte del pizzaiuolonapoletano – scrive su twitter il Ministro delle Politiche agricole, alimentari e forestali Maurizio Martina  – è patrimonio culturale dell’Umanità Unesco”. Entusiasmo anche dal ministro per i Beni Culturali, Dario Franceschini: “Un riconoscimento per Napoli e l’Italia intera mentre sta per iniziare il 2018 #annodelciboitaliano #PizzaUnesco”. Commenta il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris: “Una grande vittoria per Napoli, un riconoscimento storico: grazie ai pizzaioli napoletani, che vivono ed operano a Napoli e in tutto il mondo, grazie a tutti quelli che hanno firmato per questa petizione. E’ il segno della potenza di Napoli attraverso la sua arte, la sua cultura, le sue tradizioni, le sue radici,la sua creativita, la sua fantasia”. Il governatore Vincenzo De Luca sottolinea: la Campania​ “è il luogo in cui l’eccellenza alimentare diventa cultura, questo è quanto dimostra il riconoscimento. Per il futuro la Campania deve muoversi nel sentiero di una valorizzazione innovativa del suo patrimonio, capace di unire la storia millenaria del territorio alla creatività di artigiani e famiglie”.

(Foto Pizza Unesco #pizzaunesco/Fb)

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest