Il Governatore proclama la sua estraneità ai fatti giudiziari e di non conoscere il marito del magistrato che ha deciso sulla sua sospensione

NAPOLI –  “Io sono parte lesa in questa vicenda, io e l’istituzione che rappresento”, sono le prime parole del Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, in conferenza stampa a Napoli per commentare la vicenda giudiziaria che ha coinvolto suo ex capo staff Nello Mastursi.

“Non hai mai conosciuto Manna – ha proseguito – l’unico che conoscevo era Angelo Manna. Ho massima fiducia  nella magistratura. Si tratta di infami speculazioni politiche”.

“Considero – ha sottolineato – il controllo di legalità nel nostro paese un bene per le persone oneste, lo considero una funzione essenziale in un paese democratico. Per persone perbene è un vantaggio, non un fastidio. Quindi sostengo pienamente l’azione della magistratura e la invito ad andare avanti con estremo rigore, possibilmente in tempi rapidi. Combatteremo in maniera ferma nei confronti di chiunque oserà gettare ombre sulla correttezza e sulla trasparenza dei nostri comportamenti.

Lunedì mattina – ha annunciato – ci sarà la seduta del consiglio regionale chiamato ad abrogare Arsan e ad approvare la legge sul ciclo delle acque. E chiude con una battuta “Non si potrà più dire che l’acqua è poca e la papera non galleggia”.

 

Nessuna domanda è permessa ai giornalisti, saluti e ringraziamenti.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest