Campania, De Luca: “Il Reddito di Cittadinanza? Andrà ai camorristi”

Il Presidente della Regione sostiene che il trasporto pubblico a Napoli è a livello da Quarto Mondo

Il Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca contro tutti e tutto.  De Luca nel corso del consueto appuntamento televisivo del venerdì su Lira Tv  ha addirittura affermato  che i camorristi potrebbero beneficiare del reddito di cittadinanza.  “Soldi buttati al vento”. Così De Luca, ha definito il sostegno al reddito contenuto nella Manovra finanziaria. “Sono soldi – ha proseguito – che rischiano di arrivare alla camorra. Ci sono persone che stanno facendo le finte separazioni per cercare di arraffare un po’ di soldi. Vedrete quello che succederà” – ha aggiunto.

Il governatore ha attaccato anche il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris in merito alla gestione del trasporto. “Il trasporto pubblico nella Città di Napoli è a livello di quarto mondo – ha sottolineato –  La cosa incredibile è che la Regione continua a pagare all’azienda del Comune esattamente quello che pagava anni fa, con una differenza, che prima davamo 55-60 milioni di euro per 100 mila chilometri percorsi, e oggi i chilometri percorsi sono neanche la metà”.  “Ma la Regione continua a pagare – ha aggiunto il governatore – per cercare di dare una mano, sperando però che il Comune si decida a fare i piani aziendali, approvati e riconosciuti. La cosa che fa stare male – ha  concluso – è che il Comune di Napoli è il Comune in Italia che riceve più soldi, e dovrebbe garantire livelli di servizi alla pari di Parigi, di Stoccolma, ma non è così”.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest