Napoli, Russo rieletto presidente della Confcommercio

La rielezione è avvenuta per acclamazione

Pietro Russo è stato rieletto per acclamazione presidente di Confcommercio. Secondo i dati della presidenza, Russo ha raccolto circa l’ 80% dei voti degli aventi diritto. Non hanno partecipato all’assemblea i presidenti delle federazioni dissidenti che avevano chiesto un rinvio del voto. Richiesta, per altro, sostenuta anche dal presidente nazionale di Confcommercio Carlo Sangalli. Lo stesso Pietro Russo, all’apertura dell’assemblea, aveva proposto un rinvio a dopo il 1 marzo del voto, in attesa degli sviluppi dell’inchiesta sulla situazione amministrativa di Confcommercio Napoli. L’invito, però, è stato respinto e l’ assemblea ha deciso di procedere al voto.

Ringrazio l’Assemblea per avermi rinnovato la fiducia – ha dichiarato Russo – sono comunque amareggiato per l’attenzione mediatica che ha destato la vicenda della Corte dei Conti che vede solo marginalmente coinvolta la nostra organizzazione e che, sono certo, verrà definitivamente chiarita nel corso dell’udienza del primo marzo“. “Ho proposto all’Assemblea il rinvio delle elezioni come segnale di trasparenza, anche dopo la richiesta della presidenza nazionale. Ma gli iscritti presenti (poco meno dell’80% degli aventi diritti al voto) hanno respinto in maniera decisiva lo slittamento. Oggi – ha concluso Russo – la città di Napoli ha bisogno di una Confcommercio forte, rappresentativa e che sappia pungolare l’amministrazione non solo comunale ma anche regionale. Gli obiettivi non cambiano: porto, Bagnoli, Napoli Est, più sicurezza e pulizia”. “La richiesta di rinviare le elezioni, proposta dal presidente Russo, non è stata accolta all’unanimità dall’Assemblea – ha detto Lucio Barone Lumaga, past president di Confcommercio Napoli – perciò ho chiesto di procedere con il regolare rinnovo delle cariche, ai sensi del regolamento vigente, senza alcun condizionamento né mediatico né di natura nazionale“.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest