Identificata la banda di 3 rumeni che aveva fatto razzia di preziosi in casa di una vedova 71enne: era entrata grazie a una complice che aveva lasciato la porta aperta presentandosi come parente di una sua conoscente

MONTELLA – È andata male ai tre rumeni che hanno tentato un furto nell’abitazione di un’anziana di Montella, in Irpinia. I Carabinieri della locale Stazione hanno denunciato i tre pluripregiudicati, ritenuti responsabili di furto presso l’abitazione di una vedova 71enne.
Nel primo pomeriggio di martedì, una ragazza bussa alla porta dell’abitazione della vittima prescelta e, presentandosi come parente di una sua conoscente, conquista la fiducia della donna che accetta di farla entrare in casa. Ma la ragazza lascia socchiuso il portoncino, permettendo ad una complice di entrare furtivamente: mentre la prima intrattiene la padrona di casa con una chiacchierata apparentemente amichevole, la sua complice fa razzia dei monili in oro custoditi nella camera da letto. Ma a rovinare il piano messo in atto dalle due giovani donne è stato l’arrivo di un familiare che confermava i sospetti che l’anziana iniziava ad avere. Vistesi scoperte si allontanavano precipitosamente grazie ad un terzo complice che le attendeva, sotto casa, a bordo di una Alfa 147 di colore scuro.
Tempestivamente venivano avvisati i Carabinieri del luogo che in pochi istanti giungevano sul posto. Nessun elemento utile all’individuazione dei malfattori veniva trascurato dagli investigatori.
Avviata un’indagine, svolta anche grazie alla collaborazione di alcuni cittadini, si è arrivati all’identificazione dei tre malfattori in trasferta dalla Capitale dove vivono stabilmente.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest