In manette tre uomini e due donne

BATTIPAGLIA – Il gruppo, dopo essersi recato a un ristorante cinese ed avervi consumato una cena a base di cibi e bevande alcoliche, ha avuto un violento scontro con il proprietario a proposito del pagamento del conto. Scene degne di Kill Bill ieri sera a Battipaglia, nel Salernitano. E tutto per un alterco tra clienti e titolare del ristorante. Al litigio è seguita da parte di una delle donne della comitiva e di un uomo, entrambi pregiudicati, un’aggressione fisica nei confronti del proprietario e del cameriere cinesi. I due hanno sfoderato rispettivamente un taglierino e un coltello. Mentre l’uomo feriva il cameriere al collo, procurandogli lesioni guaribili in 4 giorni, la donna si accaniva contro il proprietario, causando un taglio di 12 centimentri in corrispondenza della vena giugulare. C’è mancato poco che non ci rimettesse la pelle.
I poliziotti della Volante intervenuta sul posto, dopo aver appreso lo svolgimento dei fatti, hanno chiamato un’autoambulanza del 118 per far accompagnare con urgenza il ferito più grave in ospedale, a rischio dissanguamento. Successivamente, si sono posti alla ricerca del quintetto rintracciandolo, grazie alle indicazioni fornite loro dai passanti, nella vicina Piazza della Repubblica.
Giunti sul posto gli agenti hanno individuato gli aggressori, che con non poche difficoltà sono stati condotti presso gli uffici del locale Commissariato, dove sono stati identificati e arrestati per i reati sopra descritti. Sono tre uomini e due donne, accusati in concorso tra loro di violenza, resistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale. Una delle donne anche di tentato omicidio.
I cinque sono stati accompagnati nelle rispettive abitazioni, in regime di arresti domiciliari, in attesa del processo per direttissima che sarà celebrato alle ore 10.30 di domani presso il Tribunale di Salerno.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest