A Napoli il canile con box confortevoli per gli ospiti a 4 zampe

La struttura a Miano in una area comunale dove si svolgerà pet therapy e educazione ambientale

NAPOLI – Per la prima volta il Comune di Napoli avrà un canile municipale dotato di moderne tecnologie e box di ultima generazione con impianti confortevoli in cui ospitare i cani. La struttura sorgerà su un’area di 16mila metri quadri di proprietà comunale situata in località Santa Maria delle Grazie a Miano e sarà realizzata grazie alla ripresa di un progetto che era fermo dal 2002.

Con questa decisione, l’amministrazione comunale da seguìto a un obbligo di legge e – come è stato sottolineato – ”compie un atto di buona gestione che consente anche di risparmiare sulla spesa che ogni anno è sostenuta per il mantenimento dei cani e di sbloccare un cantiere fermo da anni”.

Il progetto, seguito dai tecnici comunali e da quelli dei servizi veterinari della Asl Napoli 1 Centro, prevede la realizzazione di strutture modulari di box per il ricovero dei cani dotati di impianti idrici, elettrici, riscaldamento, oltre che di soluzioni tecniche per prevenire la diffusione di malattie infettive all’interno dell’impianto. Il canile, inoltre, sarà dotato di impianto di smaltimento delle acque meteoriche, di lavaggio dei liquami solidi e liquidi degli animali e ogni box avrà un impianto di protezione e disinfestazione da insetti. Complessivamente saranno 37 i box costruiti che potranno accogliere da un minimo di 100 a un massimo di 140 animali a seconda della taglia.

”Sarà – ha evidenziato il vice sindaco Raffaele Del Giudice – un canile dinamico in cui gli animali non saranno rinchiusi, ma vivranno in spazi vivibili e si punta a una loro permanenza ridotta grazie a percorsi che puntano all’adozione degli animali da parte di famiglie selezionate”.

La struttura accoglierà anche percorsi di pet therapy e un’aula per l’educazione ambientale. All’esterno sono previste due aree, in terreno vegetale compatto, per consentire agli animali di camminare e correre all’aria aperta e la realizzazione di un parcheggio. Il canile – come evidenziato – non avrà al suo interno un presidio veterinario vista la vicinanza con il presidio gestito direttamente dalla Asl. Alla presentazione ha partecipato anche Vincenzo Caputo coordinatore dei servizi veterinari della Asl Napoli 1 che ha sottolineato come nel canile saranno avviati percorsi di riabilitazione degli animali e di avvicinamento alle famiglie.

cani2 cani

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest