Lsu, a Napoli corteo per la stabilizzazione: mille in piazza

La manifestazione indetta dall’Usb

In piazza circa 1000 lsu, con presidi alla Corte dei Conti della Campania, alla Prefettura di Napoli e al Consiglio regionale. Manifestazione indetta dall’Usb a Napoli per la vertenza dei lavoratori socialmente utili.
Una delegazione dei precari è stata ricevuta dal direttore della Corte dei Conti e dal vice prefetto aggiunto Del Prete, a cui il sindacato ha rimarcato la necessità dell’intervento della Prefettura per sollecitare il Ministero del Lavoro per l’immediato pagamento dell’assegno Asu, tenuto conto che per la quasi totalità degli lsu tale assegno riveste l’unica fonte di reddito.
La Usb sottolinea “l’indifferibile azione da mettere in atto, convocando un tavolo interistituzionale
presso la Prefettura onde definire un programma sinergico per la soluzione definitiva, la stabilizzazione degli lsu, che da oltre un ventennio stanno vivendo il sistema di precarietà più estrema”. Il sindacato di base, in quest’ottica, ha stigmatizzato la propria esclusione dai tavoli di trattativa regionale, determinazione questa che ha indotto la convocazione di un tavolo congiunto da parte dell’assessore
regionale al Lavoro, Sonia Palmeri, fissato per il prossimo mercoledì 22 Febbraio.
La delegazione che ha partecipato al Consiglio regionale ha avuto modo di acquisire dalle parole del direttore generale dell’assessorato al Lavoro – Maria Antonietta D’Urso – che al momento non vi è una visione futura che possa far intravedere una soluzione immediata.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest