L’annuncio di Palazzo Santa Lucia: acquisto di 340 autobus e 34 treni per Ferrovie dello Stato e Circumvesuviana, recupero di Funivia del Faito e le Funicolari di Montevergine e del Vesuvio

NAPOLI – Un investimento di quasi 600 milioni di euro per l’acquisto di 340 autobus e 34 treni per Ferrovie dello Stato e Circumvesuviana. Il risanamento delle aziende come l’Eav. De Luca promette il rilancio del settore trasporti pubblici, al collasso da anni. “Il trasporto pubblico in Campania – dichiara il governatore – è in una situazione di disastro totale: abbiamo un debito di 500 milioni per Eav, una qualità dei mezzi da terzo mondo, 2700 contenzioni in corso e 180 autobus operativi su 380 necessari per un trasporto quantomeno decente”. Il piano è presentato a palazzo Santa Lucia. “Stiamo facendo uno sforzo enorme per garantire un servizio efficiente ai cittadini  – spiega De Luca – e salvare il posto di lavoro a tutti i dipendenti, e sarà necessario qualche sacrificio da parte di tutti”. Quali saranno i sacrifici non si specifica, ma in tema di trasporti pubblici si è sempre pronti al peggio.  Dei 600 milioni, 540 saranno utilizzati per l’acquisto di materiale, 30 per incrementare il fondo regionale Trasporti e i restanti 30 per introdurre nuove tecnologie nel sistema.

“I nuovi pullman sono già stati ordinati e arriveranno in estate” annuncia il governatore. Tra gli obiettivi strategici, il completamento della rete metropolitana su ferro della Regione Campania, i collegamenti tra i capoluoghi e gli interventi su alcune reti (Salerno-Avellino-Benevento), rilanciare il Metrò del Mare dalla prossima primavera, riaprire la Funivia del Faito e le Funicolari di Montevergine e del Vesuvio, riprendere da subito alcuni cantieri e aprirne altri quattro: Secondigliano-Piscinola, Secondigliano-Garibaldi, Aversa Nord e la  chiusura dell’anello della Circumvesuviana.  Basteranno 5 anni?

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest