E’ la condanna inflitta al 24enne Vincenzo Iacolare, riconosciuto colpevole di lesioni gravissime e violenza sessuale aggravata

NAPOLI – Dodici anni di reclusione è la condanna inflitta a Vincenzo Iacolare, 24 anni, accusato di aver violentato con un compressore un ragazzo di 14 anni in un autolavaggio a Pianura. La sentenza è stata emessa oggi dal Tribunale di Napoli. Iacolare è stato riconosciuto responsabile di lesioni gravissime e violenza sessuale aggravata. È stato condannato anche al pagamento di una provvisionale di 200 mila euro alla famiglia del ragazzo,che si è costituita parte civile con l’avvocato Francesco Cioppa.

Il pm De Cristofaro aveva chiesto per Iacolare una condanna a 18 anni di reclusione per tentato omicidio e violenza sessuale. L’undicesima sezione del Tribunale ha invece derubricato il reato di tentato omicidio in lesioni gravissime. Anche il Comune di Napoli si è costituito parte civile. Gli altri presunti autori dell’aggressione sono in attesa di essere processati. Il ragazzo ha subito gravi conseguenze fisiche che e si è dovuto sottoporre a diversi interventi chirurgici per la ricostruzione della parte di intestino lacerata.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest