Vico Equense, preso il capo del clan Bosti: latitanza nel residence da 300 euro a notte – Video

Salvatore Maggio ricercato dallo scorso autunno: su di lui  pendevano due provvedimenti restrittivi. Era in Costiera per festeggiare il compleanno del figlio

 

I militari gli stavano addosso già da qualche mese, hanno chiuso il cerchio attorno a lui, riuscendo a localizzarlo all’alba in un lussuoso residence di Vico Equense da 300 euro a notte, dove stava trascorrendo dei giorni per festeggiare il compleanno del figlio.

I carabinieri della compagnia Napoli Centro hanno arrestato Salvatore Maggio, 36enne ritenuto reggente del gruppo camorristico di Ettore Bosti, attivo nei nei quartieri napoletani Mercato e Case nuove.

Era ricercato dall’autunno scorso, sulla sua testa pendevano due provvedimenti restrittivi: uno della corte d’appello di Napoli relativo a una condanna per associazione per delinquere di tipo mafioso e l’altro del tribunale per una misura di sicurezza detentiva.

Per continuare a tenere le redini delle attività criminali milionarie del boss Bosti – arrestato tre mesi fa nell’ operazione Cartagena – Maggio non poteva allontanarsi da Napoli. Al momento dell’irruzione si è arreso senza opporre resistenza.

 

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest