La richiesta al Ministero competente che adotterà una deroga alla regola dei dieci anni. Confcommercio assegnerà una borsa di studio ai suoi figli

CASTELLO DI CISTERNA – Servirà una deroga del ministero ma sono tante le certezze che la risposta sarà positiva per intitolare via Selva, a Castello di Cisterna, a Anatolij Korol, il muratore ucraino di 38 anni ucciso sabato scorso da due rapinatori, mentre tentava di sventare una rapina in un supermercato ubicato proprio nella strada che sarà dedicata a lui. L’annuncio è del il sindaco del paese Clemente Sorrentino. “Per poter intitolare una strada a una persona morta – ha spiegato Sorrentino – devono passare dieci anni. Ma data la situazione, crediamo che il Ministero non ci negherà la deroga. Vogliamo ricordare a tutti il gesto eroico di Anatolij, in modo che tutti avranno a memoria l’atto di coraggio compiuto, che è costato la vita a Korol”. Domenica il vescovo di Nola, Beniamino Depalma, celebrerà una messa in ricordo di Anatolij, cui seguirà una fiaccolata per le strade cittadine. In tale occasione l’amministrazione comunale proclamerà il lutto cittadino. “Avremmo voluto proclamarlo nel giorno dei funerali – conclude il sindaco – ma la famiglia ha espresso la volontà di riportare la salma in Ucraina e giovedì partiranno per il loro paese d’origine, dove sarà celebrato il rito ortodosso, così come desidera la moglie Nadiya e le due figlie di 15 ed un anno e mezzo”.

RUSSO (CONFCOMMERCIO): UNA BORSA DI STUDIO PER I FIGLI DI ANATOLIJ KOROL

“Confcommercio Napoli assegnerà una borsa di studio ai figli di Anatolij Korol, il muratore ucraino ucciso da due criminali a Castello di Cisterna mentre tentava di sventare una rapina. Si tratta di un piccolo gesto con cui i commercianti napoletani vogliono contribuire ad affermare la propria vicinanza alla famiglia colpita dal grave lutto”. Lo ha detto Pietro Russo, presidente Confcommercio Imprese per l’Italia della Provincia di Napoli.”La borsa di studio – ha continuato Russo – si affiancherà alle iniziative del titolare del supermercato, Michele Piccolo, che assumerà la moglie di Anatolij e assicurerà alla famiglia il fabbisogno per i figli”.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest