Stipendi dirigenti Anm, bagarre in consiglio comunale

Risposta scritta all’interrogazione del consigliere Lanzotti, che non ritenendosi soddisfatto strappa il documento in aula

Tensione nella seduta odierna del consiglio comunale di Napoli. Il governo cittadino e i vertici di Anm, l’azienda di trasporto pubblico locale snobbano l’interrogazione presentata dal consigliere comunale Stanislao Lanzotti e non forniscono chiarimenti sui compensi percepiti dai funzionari e dirigenti dell’azienda partecipata, limitandosi a diffondere una generica e burocratica risposta scritta. Il consigliere Lanzotti ha strappato il documento in aula annunciando una manifestazione dell’opposizione davanti alla sede dell’azienda partecipata in Via Marino a Fuorigrotta. “E’ una vergogna – denuncia il consigliere Lanzotti, l’azienda si appresta ad aumentare le tariffe per un servizio che fa schifo e l’azienda continua a comportarsi in maniera omertosa sulla vicenda degli stipendi dei funzionari e dei dirigenti. Noi non molleremo – aggiunge Lanzotti – Ci recheremo alla sede della società e chiederemo di fornirci tutte le informazioni. I vertici dell’azienda partecipata devono rispettare le funzioni ed il ruolo democratico dei consiglieri comunali”. Intanto continuano a circolare copie dei Cud, delle certificazioni dei redditi dei componenti dell’apparato dirigenziale. Documenti che attesterebbero la corresponsione di stipendi d’oro, in favore di dirigenti e funzionari dell’azienda di Via Marino. E non si escludono esposti alla sezione regionale della Corte dei Conti. L’iniziativa potrebbe essere promossa da alcuni lavoratori “Abbiamo contattato alcuni avvocati per valutare la possibilità di presentare esposti ai giudici contabili – afferma un lavoratore del deposito Anm di Cavalleggeri”.

Ciro Crescentini

(Video Raffaele Ambrosino)

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest