Sgombero Colli Aminei: bagarre e accuse di sciacallaggio tra Pd e amministrazione

Bassolino all’attacco: “Prioritaria manutenzione e messa in sicurezza”. I dem: “Il sindaco governa una chiavica, lo dice lui stesso”. I fan del sindaco: “Sciacallaggio e balle elettorali dai bassoliniani”

NAPOLI – Tensione ai Colli Aminei dopo lo sgombero di uno stabile in via Nicolardi, a causa di infiltrazioni d’acqua che hanno aperto crepe nell’edificio. Sono 36 le famiglie che hanno passato la notte fuori casa, ed emerge il malcontento per gli allarmi dei giorni scorsi. Segnalazioni che, dopo verifiche, non avevano portato a provvedimenti. Ma intorno ai frequenti dissesti stradali della zona si scatena l’inevitabile polemica politico-elettorale. Il più rapido è Bassolino, che assieme ai suoi sostenitori si lancia all’attacco sui social network. “Anche in questi giorni di festa – scrive l’ex govenatore – le emergenze che si ripetono ai Colli Aminei e i gravi disagi per le famiglie ci ricordano che il nostro prioritario problema è la manutenzione e la messa in sicurezza di Napoli”. A precedere l’affondo era stato Angelo Costa, esponente Pd tra i fondatori del gruppo Facebook a sostegno della candidatura Bassolino. Con una serie di post ha accusato l’amministrazione di assenza dal luogo del dissesto. Una latitanza finita al centro delle proteste dei residenti. In realtà, ieri in via Nicolardi c’erano gli assessori Calabrese e Borriello (foto in basso), assieme a Maurizio Montalto, presidente di Abc, la partecipata del servizio idrico. Le accuse di Costa hanno innescato uno scontro con i fan del sindaco, pronti a gridare alle “balle elettorali” ed allo “sciacallaggio”. Costa ha replicato che gli assessori si sarebbero però presentati con molte ore di ritardo sulle operazioni di sgombero, in atto dalla mattina. Intanto ai Colli Aminei stamane è arrivato de Magistris, che ha incontrato gli abitanti.

 

IL PD: “SINDACO GOVERNA UNA CHIAVICA, SE LO DICE DA SE” – Una nota molto dura arriva dal Pd, a firma del vicesegretario metropolitano Livio Falcone e di Enzo Datri, responsabile del circolo San Carlo all’Arena. I dem ricordano i precedenti cinque dissesti nella zona dei Colli Aminei, accusando l’amministrazione di inerzia. “A questo punto  – affermano Falcone e Datri – circostanziare l’incapacità di questa amministrazione comunale è esercizio inutile in quanto acquisita e data per scontata dallo stesso sindaco, che ha detto di esercitare il suo ruolo una “chiavica”, usando linguaggio a lui consono”. Il Pd si riferisce ad un intervento pubblico del sindaco nell’estate scorsa, un discorso fuori dai denti per descrivere il suo operato, anche con toni paradossali. “Da ultimo  – aggiunge la nota – invitiamo la magistratura ad accertare responsabilità rilevanti sotto il profilo penale e amministrativo/contabile per addolcire col miele della Giustizia questi amarissimi disagi”.

(Foto Angelo Costa-Elena de Gregorio/Fb)

colliAminei_sgombero_assessori_ildesk

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest