I colpi messi a segno nel 2012 e 2013

ISCHIA –  Le rapine sono state commesse tra 2012 e 2013 a Ischia. Due napoletani e il titolare di un ristorante a Ischia Porto e un bed and breakfast a Forio, sono stati arrestati questa mattina dai carabinieri con l’accusa di rapina aggravata ai danni di alcuni istituti di credito dell’isola. Secondo i carabinieri della compagnia di Ischia. Secondo gli investigatori il ristoratore era il basista della banda. I napoletani, invece, gli esecutori materiali dei “colpi”. Gli arresti sono stati eseguiti in esecuzione di un’ordinanza di cautelare emessa dal gip di Napoli. Le indagini furono avviate dopo la rapina perpetrata il 17 maggio 2013 al Banco di Napoli: il bottino fu di 13.500 euro. I due rapinatori immobilizzarono i dipendenti con delle fascette e li minacciarono con un taglierino. Gli inquirenti ritengono che a pianificare quel colpo fu lo stesso gruppo autore della rapina ai danni della Banca Popolare di Ancona di Casamicciola Terme, consumato il 4 maggio 2012, con modalità analoghe. Quella volta furono portati via 6000 euro. 

Le indagini sono state condotte con intercettazioni di colloqui telefonici, testimonianze, studio dei filmati di videosorveglianza e intercettazioni ambientali in carcere

GLI ARRESTATI 

1.     CONDELLO Antonio, nato a Napoli il 30.05.1964.

2.     PIZZO Salvatore, nato a Napoli il 05.03.1954.

3.     RUSSO Giovanni, nato a Serrara Fontana (NA) il 10.09.1950.

ischia_rapina_banca1_ildesk

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest