Rapine di posta e farmacia tra Chiaiano e Piscinola, fermato un sospetto

Il 43enne Santolo Ferrara è accusato di rapina e ricettazione, contestati due colpi avvenuti nella periferia nord napoletana tra ottobre e dicembre

NAPOLI – Il 21 ottobre scorso due malviventi, travisati con dei cappelli, avevano perpetrato una rapina all’ufficio postale di Chiaiano: minacciando i dipendenti erano riusciti a farsi consegnare 800 euro in contanti contenuti all’interno delle casse. Il 10 dicembre, in una farmacia di Piscinola, in due a volto coperto e armati, avevano portato via l’incasso. Per questi due colpi  I carabinieri della stazione Napoli-Marianella hanno sottoposto a fermo d’indiziato di delitto Santolo ferrara, 43enne di Giugliano, già noto alle forze dell’ordine. E’ accusato di di rapina e ricettazione.

I carabinieri avevano da subito avviato le indagini e nei giorni scorsi hanno rintracciato Ferrara a casa e lo hanno sottoposto a fermo.
Perquisendo l’abitazione, hanno trovato una pistola scenica privata del tappo rosso e la Fiat Uno rubata, che si ritiene utilizzata per commettere le rapine.
Ferrara, al termine delle formalità negli uffici dell’arma, è stato tradotto a Poggioreale, dove resta in seguito alla convalida del fermo da parte dell’autorità giudiziaria.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest