Pozzuoli, rapina al supermercato con maschere e pistole: un arresto e una denuncia

Caccia ad un terzo complice identificato

POZZUOLI – Durante la rapina era presente un poliziotto libero dal servizio che ha immediatamente comunicato al Commissariato i dati dell’autovettura che in pochi attimi è stata rintracciata. Ieri sera, gli agenti del Commissariato Pozzuoli hanno arrestato il 30enne pregiudicato del posto Luigi Roberto Sannino, accusato di aver rapinato con un complice il supermercato Decò di Arcofelice. Secondo la ricostruzione della polizia, verso le 13 i due erano entrati nel supermarket mascherati ed armati di una pistola. Dopo essersi fatti consegnare il contenuto delle casse, circa 3.000 euro, avevano rapidamente raggiunto un complice che li aspettava in un autovettura per poi darsi alla fuga. L’auto, intestata a Sannino, già noto agli agenti in quanto sottoposto all’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria, era ferma in Via Annecchino. Poco distante c’era il proprietario subito bloccato dai poliziotti e portato in ufficio. Uno dei complici è stato invece rintracciato quasi contemporaneamente in una sala scommesse di Via Domitiana. Si tratta di un pluripregiudicato 48enne anch’egli noto in quanto sottoposto al regime della libertà vigilata. L’uomo è stato denunciato in stato di libertà.

Grazie alle immagini riprese dalle telecamere di sorveglianza poste all’interno del supermercato rapinato, i poliziotti hanno ritenuto che i responsabili fossero loro. Numerosi testimoni li hanno visti inoltre allontanarsi dal luogo della rapina per poi lasciare l’autovettura a breve distanza. Nella vettura, a seguito di una perquisizione sono stati trovati i giubbotti utilizzati per commettere il reato. In serata è stato identificato il terzo complice che attualmente risulta irreperibile.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest