Il docente complementare del Conservatorio è ritenuto responsabile di atti di libidine nei confronti di alcune studentesse

BENEVENTO – La Polizia di Benevento ha eseguito un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari nei confronti di un docente di pianoforte complementare del Conservatorio, accusato di atti di libidine e molestie sessuali nei confronti di alcune allieve dell’istituto. Secondo la ricostruzione, ieri mattina in preda a un raptus avrebbe tentato di violentare tre ragazze di Pompei. Una di questa sarebbe stata inseguita fin dentro a un negozio dove si è rifugiata per sfuggire all’uomo che aveva intenzione di violentarla. Quando la giovane si è presentata in commissariato per accusare il suo aggressore, ha scoperto di non essere l’unica avere fatto la brutta esperienza, perché altre due ragazze stavano denunciando analoghi tentativi di molestie da parte dello stesso uomo. Si tratta del professore di pianoforte di Pompei, B.M. di 45 anni, sul quale già prendevano precedenti accuse di atti di libidine e molestie sessuali nei confronti di alcune allieve del Conservatorio di Benevento. Nei confronti del docente proprio stamattina la squadra mobile di Benevento ha eseguito un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari con l’accusa di aver molestato sette ragazze, tutte maggiorenni, all’interno del Conservatorio.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest