Politica & appalti, 60 rinvii a giudizio: anche Sommese e sindaci del Casertano

Il processo The Queen scaturisce dalla maxi inchiesta nelle gare bandite dalla Regione, un sistema di cui l’architetto Guglielmo La Regina è accusato di essere il perno. Alla sbarra, oltre all’ex assessore regionale, l’attuale sindaco di Aversa Enrico De Cristofaro, gli ex primi cittadini Giuseppe Avecone (Alife), Nicola D’Ovidio (Riardo) e Ferdinando Bosco (Casapulla), l’imprenditore Alessandro Zagaria

Politica & appalti, arriva il giorno della verità. Il Gup del Tribunale di Napoli ha rinviato a giudizio 60 imputati, tra politici, professionisti, imprenditori e funzionari pubblici. È la svolta dell’inchiesta “The Queen”, nata dall’indagine della Dda di Napoli, e relativa alle infiltrazioni del clan dei Casalesi negli appalti banditi dalla Regione Campania. Alla sbarra, tra gli altri, l’ex assessore regionale al turismo Pasquale Sommese, l’attuale sindaco di Aversa Enrico De Cristofaro, e altri ex ex primi cittadini del Casertano: Giuseppe Avecone (Alife), Nicola D’Ovidio (Riardo) e Ferdinando Bosco (Casapulla). A processo anche gli imprenditori Alessandro Zagaria, ritenuto vicino al boss dei Casalesi Michele Zagaria, e Guglielmo La Regina, considerato il perno centrale del sistema di appalti truccati, al punto da dare il nome al processo. Unico prosciolto l’imprenditore Pasquale Garofalo.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest