La vittima è un 38enne con precedenti

NAPOLI – Agguato mortale in periferia Nord. Il pregiudicato Raffaele Stravato, di 38 anni, è stato ucciso a colpi di arma da fuoco in Via dell’Abbondanza, tra il Rione Marianella ed il quartiere Scampia. Sul luogo dell’ omicidio la Polizia.

 

LA RICOSTRUZIONE – Una vera e propria esecuzione. Il corpo di Raffaele Stravato è stato trovato all’interno del cortile di uno stabile. La vittima è stata raggiunta da cinque colpi sparati da una pistola calibro 9, agli arti, al collo e uno mortale alla testa. Avrebbe tentato di sottrarsi al killer, riparandosi in un cortile di un palazzo di via dell’Abbondanza. Tra le prime ipotesi, anche quella della trappola. A Marianella,  Stravato forse aveva appuntamento con chi lo ha ammazzato. La fuga è durata una quarantina di metri e si è conclusa con l’esplosione dei colpi, l’ultimo dei quali alla testa, per finirlo. Una prima ricostruzione, sulla base di alcune testimonianze di residenti, ha accertato che il 39enne era arrivato sul posto alla guida della sua vettura, trovata poco distante. Secondo gli investigatori, l’omicidio sarebbe maturato negli ambienti della droga, in quel rione San Gaetano, sotto l’influenza dei Lo Russo, dove una settimana fa stato ucciso Domenico Aporta, mentre il fratello è rimasto ferito al torace e a un braccio.

Stravato viveva proprio nel popolare rione di Miano, in via Teano, e aveva diversi precedenti penali per rapina e stupefacenti. Nel suo passato, affermano gli investigatori, una vicinanza al clan Lo Russo

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest