Operaio morto a Napoli, condannato amministratore condominio per mancata vigilanza norme sicurezza

L’amministratore del condominio era il committente dei lavori

La scelta della ditta per i lavori di rifacimento del lastrico solare fu presa senza tenere conto dei livelli di sicurezza garantiti ai lavoratori, e proprio per questa ragione, l’operaio che era al lavoro perse la vita precipitando nel vuoto. Il Tribunale di Napoli ha condannato a quattro mesi di reclusione l’amministratore di un condominio che si affaccia su Salita Tarsia, a Napoli che, secondo il giudice, non si preoccupò di accertare il rispetto delle normative di sicurezza  in favore dei lavoratori impegnati nei lavori di manutenzione.  Il tragico episodio si verificò nel dicembre del 2017. La vittima si chiamava Augusto Masullo, aveva 49 anni ed era originario del quartiere Pianura. L’uomo stava stendendo la guaina impermeabile sul terrazzo e indietreggiando precipitò nel vuoto schiantandosi su una vettura parcheggiata.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest