Ok a delibera partecipate, l’Usb: “Vittoria dei lavoratori”

Il sindacato: “Fondamentale continuare sulla strada intrapresa della lotta agli sprechi, bisogna riorganizzare le società partecipate attuando economie gestionali di scala”

“Questo risultato, per nulla scontato, è stato possibile solo grazie all’unità dei lavoratori ed alla caparbietà con la quale la Usb, insieme ad altre forze sociali e sindacali, ha seguito negli anni questa vicenda, soprattutto nel corso di questi ultimi mesi. Tale risultato dimostra che solo attraverso la lotta, una forte campagna di informazione e denuncia, il coinvolgimento di forze politiche alternative, i lavoratori riescono ad ottenere i risultati auspicati”. La Federazione Regionale dell’Unione sindacale di base- Campania accoglie favorevolmente l’approvazione della delibera di giunta che pone in capo alle società partecipate il rispetto per i quadri, funzionari e i dirigenti di percepire retribuzioni secondo quanto previsto dai Contratti Collettivi Nazionali di riferimento, eliminando i superminimi individuali che non sono compiutamente misurabili. L’Usb ritiene “fondamentale continuare sulla strada intrapresa della lotta agli sprechi, bisogna riorganizzare le società partecipate attuando economie gestionali di scala, attraverso l’internalizzazione delle attività lavorative, senza toccare i contratti di lavoro e le retribuzioni previste dai Contratti nazionali. Vigileremo attentamente sulla effettiva applicazione del provvedimento, secondo i tempi e le modalità previste della delibera. Evitando in tutti i modi che le solite lobby di potere riescano a rallentare i processi di equità sociale e meritocrazia”.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest