L’ex deputato Pdl deve rispondere anche di tentata concussione e induzione a rendere false dichiarazioni all’autorità giudiziaria. Accusato di aver ottenuto soldi da imprenditori in cambio della promessa di appalti e favori

NAPOLI – Secondo l’accusa l’ex parlamentare ed ex magistrato avrebbe chiesto e ottenuto somma di denaro da alcuni imprenditori promettendo appalti e altri favori, grazie ai suoi rapporti con esponenti delle istituzioni. Per fatti analoghi  è imputato attualmente in un processo che si sta celebrando davanti alla prima sezione del Tribunale e che riprenderà il 22 settembre prossimo. Alfonso Papa è stato rinviato a giudizio per concussione, tentativo di concussione e induzione a rendere false dichiarazioni all’autorità giudiziaria. La decisione del gip del Tribunale di Napoli, Paola Russo che ha accolto le richieste dei pm Celeste Carrano e Henry John Woodcock. Il processo comincerà il 31 dicembre prossimo davanti alla IV sezione del Tribunale.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest