Medico uccide moglie e si lancia nel vuoto, omicidio-suicidio a Palma Campania

Il noto ortopedico Aniello Lamberti ha ammazzato la moglie Angelina Fusco con un colpo di pistola e poi si è tolto la vita

Tragedia della follia a Palma Campania. Aniello Lamberti, noto ortopedico, ha ucciso la moglie e poi si è suicidato lanciandosi nel vuoto. Secondo la ricostruzione dei carabinieri, il 59enne professionista ha ammazzato la consorte 56enne, insegnante di scuola media, con un colpo di arma da fuoco alla testa. Subito dopo si è tolto la vita lanciandosi dal terzo piano di una palazzina di proprietà della sua famiglia, in via Croce 52. Lamberti è precipitato in un cortile interno. L’ omicidio-suicidio sarebbe avvenuto dopo una lite tra i coniugi, una coppia molto conosciuta a Palma Campania.

 

 

IL MOVENTE NON CHIARO. I VICINI: “LITI FREQUENTI” – Ancora difficile da comprendere il movente dell’omicidio-suicidio di Aniello Lamberti, su cui indagano i carabinieri. L’ipotesi è quella di un raptus di follia. Secondo i vicini della coppia, le liti tra i due erano frequenti. Anche stamattina sarebbero state udite delle grida poco prima dei colpi di pistola. L’ortopedico ha sparato due colpi contro la moglie, uno alla testa, l’ altro allo stomaco, con una “Glock” calibro 9, detenuta illegalmente. La donna è morta sul colpo. Lamberti poi è uscito sul balcone di casa e si è lanciato nel vuoto da circa dieci metri di altezza in un cortile interno. L’ orologio che aveva al polso era fermo alle 8,50 e i militari dell’arma fanno risalire l’uccisione della moglie a pochi minuti prima. A dare l’ allarme un nipote del medico, figlio di un fratello, infermiere. Il fratello è accorso e ha provato a rianimarlo, ma ormai non c’era più niente da fare. A scoprire il cadavere di Angelina Fusco è stata la cognata, che si era recata a casa: era riverso nel corridoio.

Tra i primi ad accorrere sul posto il sindaco Vincenzo Carbone, amico dell’ortopedico. Per lui Lamberti si sarebbe lanciato all’indietro, cadendo di schiena. “Era medico e sapeva come morire”. Il corpo era sull’asfalto, con la testa rivolta verso l’alto. Lamberti svolgeva servizio all’ospedale di Nola, ed anche attività privata in uno studio privato. Era conosciuto anche per l’impegno che dedicava all’organizzazione del Carnevale di Palma Campania. La coppia aveva due figli, una donna e un uomo, maggiorenni, che da tempo hanno lasciato l’abitazione di via Croce.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest