Lite per viabilità, il giornalista Necco picchiato brutalmente all’Arenella

La vittima costretta a farsi medicare in ospedale. Fuggito l’aggressore

Una brutale aggressione scaturita da un diverbio per motivi di viabilità, in piazza Arenella a Napoli. A farne le spese il giornalista Luigi Necco, già volto noto di Novantesimo minuto. Intorno alle 12 Necco era al volante dalla sua auto e stava cercando di uscire da un parcheggio, ma la manovra gli era impedita da un’altra auto parcheggiata proprio la sua. Il conducente ha inveito contro di lui, sostenendo che nel fare manovra gli aveva rigato la vettura dei danni. Il giornalista, negando l’accusa, è sceso dalla sua macchina impugnando una  telecamera per documentare lo stato dell’altra automobile. L’uomo ha allora iniziato a insultare Necco e ad aggredirlo a calci e pugni . L’aggressore si è poi subito allontanato. Alcuni testimoni hanno tentato di bloccare l’uomo, che è riuscito anche a strappare la telecamera dalle mani di Necco. Il giornalista è andato a farsi medicare all’ospedale Cardarelli e successivamente a denunciare l’aggressione al Commissariato di polizia Arenella. Per lui la prognosi è di 7 giorni.

 

NECCO DENUNCIATO A SUA VOLTA – A conclusione della lite, il 30enne, S. L. M., che era in compagnia della moglie e del figlio, si è portato dietro la telecamera in possesso di Necco, restituendola al momento di sporgere a sua volta una denuncia: accusa il giornalista di avere danneggiato la sua vettura.

(Foto Pupia Campania/Youtube)

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest