Indagine su fuga di notizie, respinta richiesta di interdizione per il generale Mango

L’alto ufficiale della guardia di finanza è indagato per rivelazione di segreto di ufficio

Non sono note le motivazioni dell’ordinanza ma da quanto si apprende la richiesta sarebbe stata bocciata per la carenza di esigenze cautelari. Il gip del tribunale di Napoli Claudio Marcopido ha respinto la richiesta di interdizione che la Dda partenopea aveva avanzato nei giorni scorsi nei confronti del generale della Guardia di Finanza Giuseppe Mango, comandante interregionale del Veneto, indagato per rivelazione di segreto di ufficio.

Il generale è indagato perché avrebbe riferito a un avvocato suo amico l’esistenza di un’indagine su una presunta attività di riciclaggio in cui sono coinvolti imprenditori e commercialisti. Il penalista avrebbe riferito l’informazione ad un suo cliente, precisando di averla appresa dall’ufficiale. La conversazione fu registrata grazie alle microspie che erano state collocate su disposizione della Dda di Napoli.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest