Illecito conferimento rifiuti, Polizia municipale di Napoli: “Repressione costante”

Il Comando dei caschi bianchi risponde all’articolo de ildesk.it: si riportava la denuncia del Comitato vivibilità cittadina, sulla assenza di entrate da sanzioni amministrative ai trasgressori, in un capitolo del bilancio consuntivo 2018 del Comune di Napoli

Dal Comando della polizia municipale di Napoli, riceviamo e pubblichiamo la replica in merito all’articolo “Conferimento irregolare di rifiuti, a Napoli zero multe nel 2018

La Polizia Locale di Napoli attraverso gli interventi delle Unità Operative Territoriali e del Reparto Tutela Ambientale dispone una costante attività di controllo e repressione del conferimento di rifiuti illecito.
Nel solo anno 2018 i servizi predisposti hanno prodotto:
– n. 6718 attività di controllo delle modalità e degli orari di deposito dei rifiuti solidi urbani, con verbalizzazione di n. 1937 utenti privati e imprenditori che non rispettavano il regolamento comunale;
– n. 563 controlli per l’abbandono di rifiuti sul suolo pubblico con n. 63 verbalizzazioni di utenti che sversavano i rifiuti in modo illecito senza utilizzare gli appositi contenitori;
– n. 404 controlli per il contrasto all’abbandono di rifiuti ingombranti sul suolo pubblico con la verbalizzazione di n. 17 utenti sorpresi a sversare illecitamente;
– n. 109 controlli alle aree mercatali per contrastare lo sversamento delle attività commerciali ambulanti ivi operanti con n. 25 verbali di contravvenzione;
– n. 545 controlli per il contrasto all’abbandono di rifiuti speciali pericolosi con verbalizzazione e denuncia di n. 7 soggetti sorpresi nell’attività delittuosa.
Le attività di controllo per contrastare i comportamenti illeciti in materia di sversamenti di rifiuti sono mirati sia a garantire il rispetto della raccolta differenziata dei rifiuti, sia un corretto conferimento dei rifiuti negli orari consentiti, da parte dei cittadini residenti e delle attivita commerciali.

************************************************************************


Sulla smentita del Comando dei caschi bianchi, chiede una controreplica  l’avvocato Gennaro Esposito, presidente del Comitato Vivibilità Cittadina. Il Comitato aveva denunciato l’anomalia della cifra “zero”, alla voce “entrate da sanzioni” per violazioni al regolamento comunale per la gestione del ciclo integrato dei rifiuti, nel bilancio consuntivo 2018 del Comune di Napoli. “Apprezziamo il lavoro della Polizia Municipale sul fronte dei controlli e della repressione che – scrive Esposito-, da quanto risulta dalle schede di bilancio, non traspare affatto. Delle due l’una o c’è un errore nel bilancio consuntivo 2018 oppure il lavoro egregiamente svolto dalla Polizia Municipale è completamente vanificato dalla mancanza di una qualsivoglia minima attività di riscossione delle sanzioni elevate in materia di rifiuti”. “Per chiarezza e trasparenza – aggiunge – l’Amministrazione Cittadina ha il dovere di svelare questo dubbio. Per noi fino a che l’amministrazione non chiarirà resta quanto dichiarato nel bilancio consuntivo 2018 approvato dal Consiglio Comunale e scaricabile dal sito del comune che è a tutti gli effetti un atto pubblico, da cui risulta chiaramente che il Comune per queste sanzioni non ha incassato neppure 1 €”.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest