L’annuncio degli organizzatori: “Sarebbe stato un disastro cancellare a pochi giorni dal via”

NAPOLI  – Il Pizza Village si farà. L’annuncio arriva dopo giorni di fibrillazione, in cui la kermesse era stata messa in forse, a causa dell’aumento della Cosap, la tassa di occupazione del suolo. Una decisione del Consiglio Comunale che aveva scatenato le ire degli organizzatori, che ora non rinunciano alla polemica. “L’evento Napoli Pizza Village – affermano – in programma sul lungomare partenopeo dall’1 al 6 settembre si farà e solo grazie allo sforzo degli organizzatori e dei pizzaiuoli dell’associazione”. L’assemblea di via Verdi aveva votato all’unanimità la modifica che porta l’esenzione del “canone per l’occupazione di spazi e aree pubbliche sui grandi eventi dall’85% al 78%”. Gli organizzatori del Pizza Village però parlano di un aumento del 328%, rammentando che la decisione ha rischiato di far saltare la manifestazione.

“Un disastro  – affermano – dopo il lavoro fatto in un intero anno di promozione, di accordi con vettori e operatori turistici, di contratti stipulati con gli artisti e con 500 pizzaiuoli in arrivo da cinque continenti”.
“In questi giorni  – afferma una nota – ci siamo interrogati e la risposta unanime è stata: non possiamo compromettere il lavoro ed i rapporti faticosamente costruiti in questi anni. L’immagine del brand e della città ne uscirebbero, come sempre, danneggiate e saremmo tutti accusati di poca serietà ed inaffidabilità, soprattutto da parte di quegli attori che operano nel mondo del turismo che da un anno lavorano ed investono in maniera diretta ed indiretta sull’evento”.
Grazie alla mediazione del Presidente dell’Associazione Pizzaiuoli Napoletani, che patrocina la manifestazione, Sergio Miccù, i pizzaiuoli e le pizzerie associate e non, hanno deciso di contribuire con proprie risorse, rendendo possibile il pagamento della tassa.
“Nella speranza che  – aggiunge la nota – sia l’amministrazione comunale, con cui i rapporti sono stati sempre di grande e fattiva collaborazione, sia le altre istituzioni apprezzino lo sforzo fatto, dimostrando sensibilità alla questione, è stata consegnata oggi tutta la documentazione necessaria nell’attesa della delibera di giunta prevista per il 13 agosto”.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest