Riaperto al traffico circolazione tratto della A30 Caserta-Salerno. Forti disagi sulla circumvallazione esterna di Napoli

NAPOLI – Frane, allagamenti e grossi disagi alla circolazione per il maltempo che dalla scorsa notte è tornato ad abbattersi sulla Campania.

 

NAPOLI – Decine le chiamate ai vigili del fuoco tra Napoli e provincia, soprattutto dall’hinterland nord. Allagamenti anche lungo la circumvallazione esterna di Napoli: si è verificato un cedimento della sede stradale. Forti disagi, soprattutto all’altezza di Melito. A Frattamaggiore si è allagato il pronto soccorso dell’ospedale. Sono stati spostati in tutto una ventina di pazienti. Una decina sono stati sistemati nello stesso presidio ospedaliero mentre altri dieci sono stati trasferiti negli altri presidi dell’Asl Napoli. L’allagamento ha riguardato tutto il piano terra, dove sono allocati anche i reparti Radiologia e Farmacia. Da quanto si apprende, l’impianto fognario non ha retto. Gli interventi per la messa in sicurezza e la ripresa delle attività sono partiti già in mattinata. A Grumo Nevano, in via Pola, è sprofondato un tratto di strada causando il distacco di un muro maestro di un palazzo. Il crollo è stato annunciato da rumori che hanno allertato i condomini: diversi nuclei familiari sono stati sgomberati. Numerosi gli interventi dei pompieri per allagamenti di cantine e piani terra. A Frattaminore, in un cortile di un stabile abbandonato, si è aperta una voragine che ha fatto crollare una parte della struttura. Ad Afragola, in corso Napoli, un’auto parcheggiat è stata inghiottita da una buca. Nell’area flegrea, sotto osservazione il Lago d’Averno, a rischio esondazione per l’ostruzione di un canneto del canale di collegamento con il mare.

 

SALERNO – Si aggrava la situazione nel Salernitano. In Prefettura a Salerno è in corso una riunione urgente. I disagi maggiori sono riconducibili ai gravi allagamenti in diverse zone dei Picentini, della Valle dell’Irno e dell’Agro Nocerino Sarnese. A Pontecagnano Faiano è esondato in diversi tratti il fiume Tusciano. A Mercato San Severino è straripato il torrente Solofrana in località Sant’Angelo. Interrotti i tratti ferroviari Salerno-Battipaglia e Salerno-Baronissi. Poco dopo le 10.30 sulla A30 Caserta-Salerno è stato riaperto il tratto tra Nocera Pagani e il raccordo Salerno-Avellino verso Salerno, precedentemente chiuso a causa degli allagamenti sul raccordo Salerno-Avellino. Alle 10.45 si registrano 3 km di coda in diminuzione verso Salerno. Tra i Comuni più colpiti Nocera Inferiore, Pagani, Scafati e Baronissi. A Nocera Inferiore e Baronissi tutte le scuole sono state chiuse; lezioni sospese oggi anche all’Università di Salerno. Il sindaco di Baronissi, Gianfranco Valiante, consiglia “per le prossime ore, a evitare nei limiti del possibile di uscire di casa”. Nel paese si segnalano fognature saltate, fango e detriti nella zona dei Cariti, allagamenti in alcuni garage. Strade e scantinati invasi anche a Lancusi e Fisciano. A Scafati, squadre della Protezione Civile, coadiuvate dalla Polizia locale, stanno monitorando gli argini del fiume Sarno. A Pagani acqua alta nelle strade, soprattutto nella zona rurale e in via Sorvello, via Leopardi, incrocio di Santa Chiara e la centralissima via Cesarano. Nel capoluogo disagi soprattutto nella zona orientale con alcuni sottopassi, garage e cantine allagate.  I vigili del fuoco del comando provinciale stanno intervenendo per soccorrere automobilisti in panne su strade e sottopassi allagati nei quartieri Torrione e Pastena.

 

CASERTA – Nei comuni di San Felice a Cancello, Arienzo, Cervino e Santa Maria a Vico a causa delle avverse condizioni metereologiche caratterizzate da violenti rovesci temporaleschi, si sono verificati alcuni allagamenti. Piazza Lettieri e via cappuccini nel comune di Arienzo; via Polvica e sottopasso di via cancello nel Comune di San Felice a Cancello. A Cervino, in via Crispi, si è verificato il cedimento di un costone. Lungo il tratto stradale di via nazionale appia del comune di Santa Maria a Vico vi è presenza di detriti. Un autocarro si è ribaltato lungo la strada statale Appia direzione Benevento. Il sindaco di Arienzo, con apposita ordinanza, ha disposto, per la giornata odierna, la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado. Disagi anche nell’agro aversano, in particolare nella zona industriale Aversa Nord, con numerose strade allagate e con la presenza di detriti sulle carreggiate.

BENEVENTO – Mentre ancora si contano i danni per l’alluvione del 15 ottobre, la pioggia torna a flagellare il Sannio. Disagi nella Valle Caudina: Ad Arpaia qualche famiglia è rimasta isolata; a Sant’Agata dei Goti allagamenti e piccoli movimenti franosi. Smottamenti nella Valle Telesina. Anche a Paupisi, uno dei paesi più colpiti dall’alluvione.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest