Fuorigrotta, trans 64enne trovata morta in auto con la gola tagliata: un fermo

Sono stati alcuni passanti a segnalare alla polizia una persona priva di sensi all’interno di una Fiat 500, ferma sul marciapiedi di Viale Giochi del Mediterraneo

Sono stati alcuni passanti a segnalare alla polizia una persona priva di sensi all’interno di un’automobile, una Fiat 500, ferma sul marciapiedi di Viale Giochi del Mediterraneo a Fuorigrotta strada frequentata anche da prostitute e transessuali. Il cadavere di una transessuale, all’anagrafe Salvatore Piscopo, di 64 anni, con un profondo taglio alla gola è stato trovato la notte scorsa dalla polizia a Napoli. Una persona è stata fermata dagli investigatori. La segnalazione è giunta alle 2.30 circa; sono scattati i soccorsi ma per Piscopo non c’era più nulla da fare. Indaga la Squadra Mobile con i colleghi del commissariato San Paolo.

 

LE INDAGINI – Forse una lite con un cliente. O piuttosto un tentativo di rapina sfociato nell’aggressione mortale. Queste le piste battute nelle indagini sulla morte di Salvatore Piscopo, abitante in via Galileo Ferraris. Un giovane è stato fermato dalla polizia ed è fortemente indiziato di essere il responsabile dell’omicidio. La persona fermata viene ascoltata dal pm di turno. Si tratta di un 33enne di Pozzuoli, incensurato, la cui posizione ora è al vaglio del pm che coordina le indagini. L’uomo è stato lungamente interrogato. Da chiarire anche perché il fermato fosse in possesso del coltello, l’arma del delitto.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest