De Luca e Mastella come Trump e Kim Jong-un. “Protesta stupida”. “Ti mando le truppe mastellate”

Il governatore sulla manifestazione dei pendolari sanniti organizzata dal sindaco di Benevento: “C’era una decina di persone”. La replica: “Se ci relegasse in posizione marginale non saremmo così stupidi dall’accettare passivamente tutto ciò”

Uno scontro titanico, un duello tra statisti veri. “La protesta dei pendolari sanniti organizzata da Mastella? Una protesta un po’ esangue, scarna. C’era una decina di persone. E’ stata anche una protesta un po’ stupida”. Il governatore Vincenzo De Luca, a Castelpagano, nel Sannio, attacca il sindaco di Benevento in occasione dell’apertura della nuova strada a scorrimento veloce Fondo Valle Tammaro. E’ una risposta a chi gli chiede della manifestazione organizzata alla presenza di Mastella venerdì scorso. E il leader dell’Udeur non  ci sta e ragisce: “Non abbiamo apprezzato né il tono, né le parole pronunciate dal governatore”. De Luca liquida così la questione: “La Regione Campania ha immesso sulla rete ferroviaria Benevento-Napoli tre nuovi treni che abbiamo acquistato ed entro il prossimo mese di maggio ce ne saranno altri quattro. Abbiamo avuto qualche rallentamento perché bisogna adeguare gli impianti alle nuove norme di sicurezza entrate in vigore. Stiamo facendo uno sforzo enorme – sostiene – per potenziare i collegamenti ferroviari”. Ma Mastella parte al contrattacco e minaccia addirittura l’invio delle “truppe mastellate”. “Se De Luca – ribatte il sindaco – pensa che protestare per le condizioni a dir poco indecorose, come possono constatare gli automobilisti sanniti e non solo, della superstrada Caianello-Benevento sia stupido, ebbene sì, io e la mia giunta siamo stupidi. Se De Luca ritiene che portare attenzione sui collegamenti, questi sì scarni, tra Benevento e Roma sia stupido, noi siamo, è vero, non stupidi ma più che stupidi. Se De Luca, infine, immagina che per collegare Benevento a Napoli dal punto di vista ferroviario bastino due o tre treni che, come hanno avuto modo di constatare anche i giornalisti locali e nazionali, vengono spesso addirittura cancellati, ebbene sì, noi siamo stupidissimi. E sorvolo, infine, sull’ironia relativa al numero dei partecipanti poiché il presidente De Luca non conosce il numero dei componenti della Giunta comunale di Benevento che, ricordiamolo, sono soltanto nove”. Poi Mastella, come farebbe Trump con Kim Jong-un, lancia il suo ultimatum: “In ogni caso se alle parole pronunciate oggi seguiranno fatti che dovessero mettere in discussione la dignità della città di Benevento e della provincia relegando queste ultime a ruolo marginale, periferico e subalterno, o se dovessero registrarsi dispettucci in conseguenza della nostra presa di posizione, il presidente De Luca sappia sin da ora sappia che non saremmo così stupidi dall’accettare passivamente tutto ciò e, anzi, saremmo pronti a far scendere in campo le truppe mastellate”. Così, finalmente, si scoprirebbe cosa siano.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest