Danno erariale, 5 indagati per fitti irrisori di case in Villa Pignatelli, Floridiana e Bosco Capodimonte

Inviti a dedurre a tre ex Sovrintendenti ai beni archeologici e due dirigenti dello stesso ufficio

Gli “inquilini” versavano un fitto mensile tra i 50 e i 670 euro, comprensivo di parcheggi negli spazi interni dei complessi monumentali e l’uso dei parchi annessi, per immobili di grande pregio di proprietà del Mibact. Sono cinque gli inviti a dedurre notificati stamattina dalla guardia di finanza del I gruppo di Napoli a tre ex Sovrintendenti ai beni archeologici e due dirigenti dello stesso ufficio, nell’ambito di una inchiesta della Corte dei Conti della Campania. L’accusa è di danno erariale per quasi un milione di euro. Secondo i pm contabili, ci sarebbero degli immobili locati a privati a prezzi sottostimati con un valore economico altissimo, all’interno della palazzina Rotschild di villa Pignatelli, alla riviera di Chiaia, nel bosco di Capodimonte, e nella villa Floridiana al Vomero. I beneficiari sono ex dipendenti e loro parenti o conoscenti. Le indagini sono partite anni fa dopo un’inchiesta giornalistica. Molti dei canoni che la Corte ritiene irrisori non superato i 200 euro mensili. Il danno erariale contestato sarebbe molto più alto se non fosse che e’ intervenuta la prescrizione per numerosi anni nei quali è stato accertato il versamento di un canone molto basso.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest