Coronavirus, Vallo di Diano verso stop a zona rossa. Proroga per Ariano Irpino

Ordinanza di De Luca anticipa la fine della quarantena, da domani, per Sala Consilina, Polla, Auletta, Caggiano, Atena Lucana. Prolungamento al 20 aprile nel comune avellinese: dal 30 marzo al 5 aprile 41 nuovi contagi, per lo più riferiti ad una Rsa

Emergenza Covid19, in Campania arriva l’ordinanza di Pasquetta. Il governatore De Luca firma la proroga, fino al 20 aprile, della zona rossa per il comune di Ariano Irpino. Il primo nella Regione per cui è stato varato il provvedimento. Nell’ordinanza, invece, si anticipa l’imminente fine della zona rossa per i cinque comuni del Vallo di Diano, in provincia di Salerno. Una quarantena collettiva in vigore fino alla mezzanotte di oggi, 14 aprile. “Il Dipartimento di prevenzione della Asl di Salerno, con riferimento ai Comuni di Sala Consilina, Polla, Auletta, Caggiano, Atena Lucana – si legge -, ha comunicato in data odierna che, sulla base della situazione dell’esiguo numero dei casi positivi ancora sussistenti nei cinque Comuni, “non si
ritiene più necessario il rinnovo dell’Ordinanza, considerando che la situazione è in netto miglioramento e che nell’ultima settimana sono stati effettuati circa 120 tamponi per la ricerca del Covid-19, con esito negativo per nuovi casi”. Dal canto suo, l’Unità di Crisi regionale, “in merito alla situazione epidemiologica relativa ai menzionati Comuni, ha rappresentato di condividere le valutazioni in ordine alla insussistenza, allo stato, di indicazioni per la conferma delle misure restrittive di cui alle citate ordinanze per i cinque Comuni del Vallo di Diano”. Valutazione opposta per il comune avellinese. “Il Dipartimento di prevenzione della Asl di Avellino, con nota di data odierna – informa il provvedimento – ha fatto pervenire
all’Unità di Crisi relazione relativa al Comune di Ariano Irpino da cui si evince che: a) il numero dei casi positivi è ad oggi di n.136 su una popolazione complessiva di 22.000 abitanti; b) nella settimana dal 30 marzo al 5 aprile sono stati rilevati ben 41 nuovi contagi, per lo più riferiti
al cluster di una Rsa situata all’interno del territorio comunale, relativamente alla quale “attualmente sono ancora in atto ed in fase di completamento le verifiche sanitarie sul personale dipendente”; c) “per ciò che si riferisce all’incidenza, la malattia ha presentato il suo maggiore incremento nella settimana dal 30 marzo al 5 aprile mentre nella settimana dal 6 al 12 aprile si registra una notevole decrescita. Purtuttavia è bene evidenziare che l’analisi dei dati pregressi evidenzia un andamento
ondulante della incidenza che potrebbe non aver raggiunto ancora il suo consolidamento verso il basso”. Inevitabile che l’Unità di crisi, quindi, ravvisi “la persistenza, con riferimento al Comune di Ariano Irpino,
dei motivi precauzionali che hanno indotto all’adozione delle misure sopra indicate, soprattutto tenuto conto del precedente picco epidemico e rilevando la persistenza di alcuni micro cluster e ha concluso che appare opportuno confermare, per un’ulteriore settimana, le misure di contenimento ad oggi vigenti, al fine di assicurare il necessario distanziamento sociale”. Delle otto zone rosse in Campania, il dispositivo è in vigore anche a Paolisi, comune sannita, e Lauro, in Irpinia.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest