Cd e Dvd falsi: 10mila supporti sequestrati a Napoli

Le Fiamme Gialle scoprono una vera e propria centrale di masterizzazione abusiva

Una vera e propria centrale di masterizzazione abusiva è stata posta sotto sequestro dai finanzieri del comando provinciale di Napoli che ha posto sotto sequestrato oltre 10 mila supporti illeciti pronti per essere immessi nel circuito commerciale illegale. Nello specifico i finanzieri del gruppo pronto impiego di Napoli, al termine di un’attività info-investigativa, hanno individuato e fermato in flagranza di reato 2 cittadini napoletani mentre stavano commercializzando cd/dvd “pirati” riproducenti opere audio-cinematografiche sprovviste, come da legge, del previsto timbro Siae. L’immediata perquisizione domiciliare eseguita presso le residenze dei 2 fermati, ha consentito di appurare che all’interno di un locale era stata allestita una vera e propria centrale di masterizzazione illecita. Il sistema illegale di riproduzione era strutturato con un sofisticato processo di copia dei supporti vergini attraverso l’uso di numerose torri di duplicazione che permetteva la contestuale trascrizione illecita di centinaia di copie. Al termine del servizio, sono stati sottoposti a sequestro 10.230 cd/dvd illecitamente riprodotti con relative locandine contraffatte, 75 duplicatori, 4 centraline di comando e materiale vario tra supporti ed accessori utili per il confezionamento dei prodotti falsi.

Monica De Santis

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest